CIRCOLARE N. 1/2019

Registro anagrafe sicurezza immobile

Art. 1130 C.C -n. 6

Parliamo di sicurezza negli edifici , la legge 220/2012 ha portato obblighi per gli amministratori di condominio quali la tenuta di registri obbligatori che sono: Registro anagrafe sicurezza , Fascicolo del fabbricato e certificato di idoneità statica.

 Il registro di anagrafe di sicurezza  e fascicolo del fabbricato e il certificato di idoneità statica  si possono definire registri contenenti dati emersi da una procedura di individuazione dei pericoli e di analisi dei rischi del fabbricato .

I registri di cui sopra  obbligatori come da art 1130 c.c. n 6 ;  quando  si parla del registro di anagrafe condominiale oltre alle generalità dei singoli proprietari  vengono richiesti  anche i dati catastali di ogni unità immobiliare ed  ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza,  inizialmente la richiesta veniva interpretata per le singole unità immobiliare , poi Il D. Legge  145/2013 “ Destinazione Italia” alla lettera c  ha precisato  che art. 1130 n. 6  fa riferimento ad ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio .

Affinché il RAS possa rispondere ai requisiti di legge deve contenere, quanto meno a titolo esemplificativo, la seguente documentazione:


  1. 1. Dichiarazione di conformità degli impianti condominiali, quali:  ( elettrico citofonico, televisivo. Idrico , antincendio ( se presente), sanitario per allacciamento alla fogna ,  adduzione gas per la parte condominiale , riscaldamento e climatizzazione se centralizzati e protezione scariche atmosferiche se presente
  2. 2. Dichiarazione degli impianti sotto pressione, quali se presenti : riscaldamento centralizzato, autoclave . Dichiarazione CE ai sensi della direttiva macchine relativa al cancello automatizzato
  3. 3. Certificazione Dei Vigili  del Fuoco  CPI e suoi rinnovi
  4. 4. Certificato di conformità edilizia e agibilità
  5. 5. Libretto ascensore  con tutti i documenti ad esso inerenti  e numero di matricola assegnato dal comune, documenti attestanti le visite periodiche
  6. 6. Documenti di carattere chimico o fisico o batteriologico in caso sia presente un serbatoio o una tubazione comune dell’acqua potabile , - controllo e verifica  analisi potabilità acqua DL
  7. 7. In caso di presenza di portieri provvedere alla documentazione prevista dal DLGS 81/08
  8. 8.  documentazione relativa ad eventuali interventi di valutazione o rimozione amianto , bonifica cisterne se presenti , ed altri interventi straordinari eseguiti dal condominio e soggetti alla sicurezza.

                                        IL FASCICOLO DEL FABBRICATO

 Il fascicolo del fabbricato non è altro che una fotografia storico – strutturale dell’immobile  che deve tener conto  della ramosità e della differenziazione  tra edifici storici ed edifici moderni . Un documento sempre redatto tra professionisti suddiviso in : una parte generale sul singolo immobile e in una parte specifica sulle singole unità abitative


                                                IL CERTIFICATO DI IDONEITÀ 

R: Il CIS ( certificato di idoneità statica) non è altro che il certificato che viene rilasciato dopo la verifica dell’idoneità statica delle costruzioni presenti sul territorio comunale, l’esigenza  di tale  certificato è dovuto al fatto che alla luce di tutti gli eventi sismici che ultimamente hanno colpito  il nostro territorio , hanno evidenziato che  un elevato numero di edifici   non sono in grado di far fronte alla cosidetta “ domanda sismica “il Cis  rientra comunque  all’interno del registro dell’anagrafe condominiale  ed è rivolto a monitorare quegli edifici  esistenti da più di 50 anni per constatarne lo stato di salute , il primo comune in Italia a rendere obbligatorio il Cis è stato Milano  con il nuovo regolamento edilizio in vigore dal 2014, e lo hanno reso obbligatorio appunto per tutti quei fabbricati che sono realizzati da più di 50 anni  indipendentemente o meno dalla disponibilità dell’originario Certificato di Collaudo ( da ricercare nel fascicolo del fabbricato).

 se non è reperibile è da redigere  obbligatoriamente e protocollare in Comune

Il CIS rappresenta una fotografia statica di quel momento, perché rileva  lo stato di fatto  e la sicurezza strutturale del fabbricato nella condizione di esercizio, rappresenta una salva guardia della vita umana  poiché rappresenta un mezzo  con il quale individuare le tipologie strutturali  più a rischio e gli interventi che potranno essere applicati ;  infatti  ad integrazione del CIS il regolamento edilizio dichiara che è obbligatorio anche una relazione sullo stato di conservazione degli elementi strutturali  e non strutturali dell’edificio , come parapetti facciate tamponamenti ecc ) ponendo particolare attenzione al rischio di crollo di elementi esterni e/o su zone comuni e alla presenza di lesioni o cedimenti in atto .

PREPARIAMOCI A REPERIRE E CONSERVARE QUESTI DOCUMENTI SONO FONDAMENTALI PER LA CURA , LA PREVENZIONE E LA VENDITA DEL VOSTRO APPARTAMENTO